• Luoghi visitati:

    il Canal Grande, il bacino di S. Marco, il ponte di Rialto.

  • Servizi:

    taxi acqueo di lusso.

  • Tariffa:

    ogni itinerario è personalizzato in base alle richieste del cliente, così come la tariffa.

  • Possibilità di aggiungere:

    una sosta all’isola di S. Giorgio per salire al campanile.

  • Durata:

    1-2 ore

Il Tour

Comodamente seduti in un taxi acqueo di lusso, il tour si presenta come un’introduzione perfetta alla città di Venezia!

Grande attenzione sarà data al Canal Grande con la sua imponente infilata di palazzi dagli stili più diversi, con storie e aneddoti curiosi.

Ci si addentrerà poi nell’intricato tessuto connettivo di stretti canali, per uscire nuovamente in ampie zone della laguna, dalle quali sarà interessante individuare numerose isole minori.

Il Canal Grande

Lungo circa quattro chilometri, a forma di “S” rovesciata, il Canal Grane è conosciuto come la “strada più bella del mondo”. Divide la città in due parti ed è reso vivace dal traffico di barche e motoscafi.

Lungo il suo corso è possibile ammirare i palazzi dei nobili veneziani che ancora si impongono per la sua bellezza senza tempo: edifici in stile bizantino, gotico, rinascimentale e barocco che, apparentemente sospesi sull’acqua, sembrano giocarne con i riflessi.

Il bacino di S. Marco

Antico porto di Venezia, il grande bacino dava accesso ai canali cittadini più importanti: il Canal Grande e il Canale della Giudecca.

Animato costantemente da imbarcazioni, motonavi e gondole, è uno dei punti principali da dove ammirare gli edifici più importanti della città. Come in una scenografia teatrale, appaiono i monumenti di Piazza San Marco, l’isola di San Giorgio, la Basilica della Salute e la lunga isola della Giudecca sullo sfondo.

Ponte di Rialto

Il Ponte di Rialto fino al XIX sec. era l’unico che attraversava il Canal Grande e permetteva di unire le due parti della città nel punto più stretto del canale.

Costruito inizialmente in legno, fu poi rifatto nelle forme attuali alla fine del XVI sec.

Caratterizzato dalla presenza delle botteghe lungo le due sponde laterali, conduce ancora oggi al vivace mercato.

Itinerari su misura

Una o più soste possono essere organizzate durante il percorso, in particolare la tappa all’isola di S. Giorgio con la possibilità di vedere la città dalla sommità del campanile (ascensore a disposizione), o la Chiesa della Salute per una visita veloce.

La zona dell’Arsenale, il campo del Ghetto Nuovo e la chiesa della Madonna dell’Orto sono alcune delle possibili soste che possono essere decise lungo l’itinerario.