• Luoghi visitati:

    Museo Correr

  • Servizi:

    biglietti pre-acquistati che danno diritto anche alla visita di Palazzo Ducale. Accesso diretto al museo senza fila.

  • Tariffa:

    ogni itinerario è personalizzato in base alle richieste del cliente, così come la tariffa.

     

  • Possibilità di aggiungere:

    a visit to St. George island: an aperitif on the roof top of the Mulino Stucky.

     

  • Duration:

    3 hours

     

Il Tour

Il Museo Correr, situate in piazza San Marco, offre al visitatore molteplici itinerari di visita: dalle collezioni storiche, alle sale neoclassiche, alla quadreria.

L’edificio stesso è di grande importanza storica, essendo stato costruito come residenza reale per i governanti francesi e finendo poi per essere stato maggiormente utilizzato dal governo austriaco.

Fiore all’occhiello è la sezione dedicata ad Antonio Canova, recentemente riallestita così come le stanze di Sissi, dalle delicate decorazioni.

Museo Correr

Quando Teodoro Correr morì nel 1830, probabilmente non poteva sapere che il suo gesto di lasciare le sue collezioni alla città di Venezia, sarebbe stato il primo passo della creazione delle collezioni civiche. Così come non avrebbe potuto immaginare che il suo gesto sarebbe stato seguito da molti altri donatori, che hanno reso il museo così ricco di opere d’arte e di manufatti del passato.

L’ala napoleonica

L’edificio, che chiude la visuale di piazza San Marco dalla Basilica, fungeva da Palazzo Reale e fu eretto nei primi decenni del XIX sec.

Cominciato dal governo francese e finito da quello austriaco, è noto per aver ospitato la coppia reale Francesco Giuseppe ed Elisabetta di Baviera, meglio nota come Sissi.

Gli interni furono sapientemente decorati da una équipe di artisti formatisi all’Accademia di Belle Arti di Venezia e coadiuvati da Giuseppe Borsato.

La biblioteca Marciana

Le sale monumentali della biblioteca Marciana sono incluse nel biglietto del museo Correr.

Vale la pena visitare i due ambienti sul lato piazzetta, per la maestosità delle decorazioni di altissimo significato allegorico.

L’edificio, capolavoro dell’architetto Jacopo Sansovino, ospitava la collezione libraria ora nelle sale dell’adiacente palazzo della Zecca.

Itinerari su misura

Se si ha a disposizione l’intera giornata, potrebbe essere l’occasione per visitare entrambi i musei: oltre al Museo Correr, il Palazzo Ducale.

Per gli amanti della storia e non solo, si tratta di fare un viaggio dai tempi dei dogi nei secoli passati a quelli degli imperatori che hanno dominato la città in un periodo più recente.