• Luoghi visitati:

    il teatro La Fenice, campo S. Stefano, campo Manin, piazza S. Marco.

  • Servizi aggiuntivi:

    appuntamento presso il luogo in cui soggiornate

  • Tariffa:

    ogni itinerario è personalizzato in base alle richieste del cliente, così come la tariffa.

  • Possibilità di aggiungere:

    una visita alla basilica di S. Marco o alla chiesa di S. Stefano; la salita alla scala del Bovolo.

  • Durata:

    2 ore

     

Il Tour

Il teatro La Fenice è celebre in tutto il mondo. Distrutto da un incendio nel 1996, è stato ricostruito mantenendo la sua bellezza ed eleganza.

La visita al teatro include la platea, il palco reale e le Sale Apollinee.

Non solo musica: l’itinerario prenderà in esame il periodo risorgimentale, quando il teatro divenne cuore del movimento rivoluzionario. Anche la passeggiata successiva seguirà questo tema, permettendo di focalizzare su monumenti e tracce del passato poco note.

La Fenice

Uccello mitologico che muore gettandosi nel fuoco e risorge dalle proprie ceneri. Questa è la definizione della “fenice”, e nessun altro nome fu mai così azzeccato per questo teatro che di incendi ne subì addirittura tre!

Il teatro oggi si presenta come custode del proprio passato, con le decorazioni perfettamente rifatte da abili artigiani e maestranze specializzate, e proiettato nel futuro con la ricca programmazione e le novità inserite nei suoi spazi.

L’incendio

Il 29 gennaio 1996, durante la note, le fiamme divorarono il teatro, facendo crollare il soffitto e continuando ad ardere per ore. Fu il più devastante incendio del secolo scorso.

La ricostruzione è proceduta con varie problematiche, che verranno prese in esame durante la visita. Il risultato è oggi stupefacente: “com’era, dov’era” fu detto. Il teatro è oggi in piena attività, offrendo un cartellone ricco e variegate di spettacoli.

Il Risorgimento a Venezia

Il periodo del Risorgimento è stato vissuto con particolare forza a Venezia, che si trovava sottomessa all’Austria. Molti episodi hanno portato alla rivoluzione del ’48 e al ritorno degli austriaci successivo. La città mostra i segni di questo periodo e numerosi sono i monumenti e le testimonianze tuttora identificabili.

Itinerari su misura

Il tour può essere collegato ad una visita alla Basilica di S. Marco, per coniugare storia e arte in due posti straordinari.

Non lontano dalla Fenice, si trova l’imponente chiesa di St. Stefano, ricca di opere d’arte e la chiesa di Santa Maria del Giglio, notevole per la sua facciata e per l’opera del pittore Rubens conservata all’interno.

La bellissima Scala del Bovolo può essere un ottimo modo per completare il tour. Dal suo belvedere sig ode una bella vista sui tetti della città e, naturalmente, sul teatro La Fenice.